Il mio zaino non è solo carico di materiali:
dentro ci sono la mia educazione, i miei affetti, i miei ricordi,
il mio carattere, la mia solitudine.
In montagna non porto il meglio di me stesso:
porto me stesso, nel bene e nel male
Renato Casarotto

giovedì 13 marzo 2014

Giornata mondiale dell'acqua

L'acqua ricopre oltre il 70% del globo terrestre e costituisce la struttura delle piante e degli animali in una percentuale che va dal 60 al 97%. 
Apparentemente così presente, da potabile è in realtà tra gli elementi più scarsi e ricercati. Sulla Terra oltre il 97 % dell'acqua è salata e della restante acqua dolce, circa 2/3 sono imprigionati nei ghiacci polari. Ecco quindi che l'acqua potabile disponibile per le esigenze dell'umanità è inferiore all'1% del totale. 


L’acqua oltre che rappresentare l’elemento costitutivo della vita, è anche un diritto fondamentale dell’uomo e, in quanto tale un bene collettivo, patrimonio dell’umanità. Per questo motivo le Nazioni Unite a partire dal 1992 hanno istituito la Giornata Mondiale dell’Acqua, che cade ogni anno il giorno 22 del mese di marzo. 
L’acqua è un bene esauribile e la conservazione e l’uso razionale di questa risorsa sono divenute oggi una priorità. Risparmiare acqua è possibile, grazie alle nuove tecnologie e a modi di agire più consapevoli. Inoltre la risorsa acqua è minacciata da criminali azioni dell’uomo, pensiamo all’inquinamento. E’ quindi fondamentale acquisire la consapevolezza del ruolo primario che l’acqua svolge nel nostro pianeta e nella nostra vita. Tra i fattori che rallentano la diffusione di questa consapevolezza e delle esperienze positive ad essa collegate c’è sicuramente una carenza comunicativa. Per questo è fondamentale sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza e la scarsità della risorsa idrica e educarle ad un suo uso razionale. 

Nessun commento:

Posta un commento